Skip to content

Come scegliere la propria estetista: tre must have

Andare dall’estetista può rappresentare un momento di rilassamento e cura di sè per molte donne (e anche uomini). Per altre potrebbe rappresentare una vera noia e un obbligo che produce solo malumore. Per questo è importante, nell’uno e nell’altro caso, scegliere l’estetista ed il centro estetico più indicato per le proprie esigenze.
La prima cosa che pensiamo è quella di considerare la disponibilità di orari e la vicinanza con la nostra casa. Nessuno ha voglia di fare più di 15 chilometri per un breve trattamento di routine. Tuttavia siamo disponibili a guidare anche per quaranta minuti da Treviso se si tratta di un servizio veramente unico.

Cosa cerca ognuno di noi da un’estetista?

Ovviamente la competenza e la bravura nel lavoro, l’aggiornamento sulle più moderne tendenze e pratiche tecniche, e dal lato umano ci si aspetta cordialità, gentilezza, onestà e perché no, simpatia.

Come riconoscere tutte queste caratteristiche quando si entra per la prima volta in un centro estetico?

1. Gentilezza e disponibilità

L’approccio con il cliente è importantissimo nel campo dell’estetica, per questo le persone che fanno parte di questo mondo devono sapersi ben comportare. Ogni cliente ha una diversa esigenza, che possa essere l’orario dell’appuntamento oppure il voler fare la pedicure con la porta chiusa o il voler provare un prodotto prima di acquistarlo, ed ogni brava estetista dovrebbe, quanto meno, cercare di andare incontro ad ognuno.
Il consiglio è sempre ben gradito, ma meglio se l’opinione viene rilasciata dietro richiesta o dopo che si è creata una certa confidenza. La forma delle ciglia o un sistema di depilazione piuttosto che un altro potrebbero apparire delle sciocchezze, ma non lo sono quando l’estetista non è una persona di cui ci si fida.
Nessuno, con un po’ di competenza, vi consiglierà mai un cambiamento drastico al primo incontro e nessuna estetista. Nel consigliarvi un prodotto, dovrebbe restarci male se non lo acquistate.
Dunque non sentitevi in colpa se volete cambiare centro estetico!

2. L’aspetto

Da qualcuno che dovrebbe curare il vostro aspetto esteriore si dovrebbe pretendere innanzitutto una bella immagine, sia personale che dell’intero ambiente. La persona che vi accoglie o quella che dovrebbe occuparsi di voi deve necessariamente presentarsi in modo composto ed ordinato e, dunque, pulito!
L’aspetto pulito è importante sia per la persona in sé che per l’ambiente che vi circonda.
Il vostro occhio non dovrà essere attratto dai piccoli particolari, da rimasugli del cliente precedente o della stessa estetista. Il vostro sguardo dovrebbe semplicemente godere dellla pulizia del locale, sempre ben arieggiato, e dall’aspetto gradevole della professionista. È ovvio che, se il pavimento della sala d’aspetto sarà pieno di polvere e in disordine e l’estetista si presenterà sgraziata e con le braccia che necessitano di una ceretta, non avrete bisogno di molto tempo per realizzare che non dovete nemmeno farvi toccare i piedi.
Guardandovi intorno, nella sala d’attesa o nelle cabine, cercate inoltre gli attestati che certificano la professionalità del centro estetico, la scuola seguita e i corsi frequentati dalle persone che ci lavorano.

3. Competenza e professionalità

Per sentirsi a proprio agio in un salone di bellezza non è necessario che la persona che vi sta di fronte inizi a parlare a vanvera del più e del meno, riempiendovi di domande, magari indiscrete. Il più delle volte le brave estetiste si riconoscono proprio dal silenzio!
Non significa che non debbano dire nulla o non debbano intrattenere una conversazione cordiale. La confidenza è qualcosa che deve nascere piano piano e talvolta può non essere affatto necessaria.
Per scoprire se una persona è veramente preparata e, soprattutto, appassionata del proprio lavoro, dovete fare voi delle domande mirate e dirette. Testate il loro livello di conoscenza.
Chi è interessato soltanto a vendere e guadagnare vi proporrà subito un prodotto o un servizio. Le altre invece vi daranno prima una spiegazione generica del problema, vi faranno alcune domande per capire quale sia la vostra perplessità e poi, infine. Vi proporranno qualcosa, ma mai direttamente o con insistenza.
Non dimenticatevi inoltre che un estetista professionista deve essere capace di realizzare un buon trucco. Quindi osservate il loro make-up: labbra perfette e luminose sono segno che una ragazza conosce bene il suo mestiere, così come delle labbra o unghie rosse sono considerate uno dei compiti pià difficili, perchè gli errori sono molto visibili e correggerli è cosa dura.

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.